L’HC Cassa Rurale Pontinia si fa travolgere dal Malo (34-27). Nasta: «Il campionato non è ancora finito per noi, sono convinto che le mie giocatrici comprenderanno questa situazione». Bianchi: «Squadra sotto tono»

PONTINIA – L’HC Cassa Rurale Pontinia si fa travolgere dal Malo (34-27) incassando la seconda sconfitta consecutiva, dopo quella con l’Erice di mercoledì scorso, e complicando il finale di stagione. Nella tana delle vicentine, le giocatrici pontine guidate da coach Giovanni Nasta, sono state costantemente sotto, dall’inizio alla fine del match, contro un Malo già matematicamente salvo.

«Quella con il Malo non era assolutamente una partita da ultimo giorno di scuola, sono un allenatore abituato a pretendere un certo di atteggiamento che però sul campo non ho visto e di questo sono dispiaciuto a prescindere da tutte le scusanti che ci potrebbero essere per via delle tante partite ravvicinate – tuona Giovanni Nasta a fine partita – il campionato per noi non è finito oggi, ci sono ancora partite da giocare e la società meriterebbe un finale di stagione di un certo livello dopo quello che di buono è stato fatto finora: sono convinto che, seppur molto giovani, le mie giocatrici sono atlete intelligenti e comprendono la situazione molto bene». Domani HC Cassa Rurale di nuovo in campo, a Ferrara, nel recupero in programma alle ore 15:30 che verrà trasmesso in diretta streaming su Elevensports.

«Non ho potuto seguire la squadra per impegni di lavoro ma ho visto la mia squadra molto sotto tono, mi aspetto un atteggiamento e un approccio completamente diverso per le prossime partite –  chiarisce il presidente Mauro Bianchi – il nostro stile è quello di non mollare mai, non questo, e nelle ultime giornate dobbiamo confermare quello che di buono abbiamo fatto finora. Ci aspettavamo un tour de force impegnativo in chiusura di stagione ma dobbiamo onorare il campionato fino alla fine».

Partenza shock del Pontinia che incassa il 6-1 iniziale, sbagliando anche due rigori in sequenza (con Podda e Barbosu), con il Malo sempre avanti (7-3) e il Pontinia sempre piuttosto impreciso in fase offensiva. Il terzo sette metri sbagliato arriva con Squizziato che centra il palo sciupando così il terzo rigore di fila. Le giocatrici del Malo sono invece efficaci e concentrate, sia in difesa sia in attacco, il portiere Dulgerova è una sicurezza (proprio come lo era stato Modernell per l’Erice nella partita precedente), Bernardelle è sempre più cinica davanti alla porta di Bordon. Con il Pontinia che continua a pasticciare, dopo 17 minuti, il Malo è comodamente avanti 10-5. 

Passano i minuti ma non cambia la musica con il Pontinia che cede ancora alla maggiore concretezza delle padrone di casa che a cinque minuti dalla fine del primo tempo sono avanti 13-7. Si va al riposo sul 14-9 con il Pontinia in affanno anche in avvio della ripresa perché il risultato peggiora ancora (16-9) con due gol del Malo in pochi minuti. Bassanese sbaglia il quarto rigore del Pontinia (16-11) ma sugli sviluppi il portiere del Malo, Dulgerova (che calcia via il pallone), viene sanzionata con i due minuti: Bassanese realizza il 16-12, Put sfrutta la doppia superiorità e insacca il 16-13 e sembra vedersi un po’ di luce in fondo al tunnel. 

La sgasata del Pontinia è però effimera mentre il Malo continua a macinare gioco: Barbosu prova a tenere a galla il Pontinia fino al 21-16 e Bassanese insacca il 21-17. Nell’ultimo quarto di gioco le giocatrici di Nasta sono sotto 24-17, poi un mini break (fino al 24-19) per la Cassa Rurale con il Malo che non si scompone e ha più impeto così punge ancora (26-19) rendendo il finale di partita una vera e propria agonia con il Pontinia che incassa e cede 34-26. 

 


Giuseppe Baratta
Ufficio stampa Cassa Rurale Pontinia
Pallamano Femminile serie A Beretta
phone +39 335 8334331
me@giuseppebaratta.it
comunicazionepallamanopontinia@gmail.com
Twitter/Instagram @giuseppebaratta
www.giuseppebaratta.it
HC Cassa Rurale Pontinia
Pallamano Femminile serie A Beretta www.pallamanopontinia.it
PALASPORT MARICA BIANCHI Via Aldo Moro – 04014 Pontinia